EULORISTOPIA.

 La parola “utopia” viene usata da Tommaso Moro per suggerire simultaneamente due neologismi greci: outopia (nessun luogo) e eutopia (buon luogo). Io ho deciso di costruire questo luogo. “Non luogo” per la sua virtualità e “buono” almeno nei miei proponimenti.  Sono stanco dei realisti, di quelli del programma minimo perché non c’è tempo, di quelli delle soluzioni realizzabili, di quelli del migliore dei mondi possibili che ogni giorno … Continua a leggere

Non si può andare avanti così … ?

Da qualche mese conosco le registrazioni di Lugaresi il benzinaio di Cesenatico.  Quest’uomo è diventato un vero mito sulla rete per le sue telefonate inferocite all’assistenza tecnica di una “anonima” azienda petrolifera italiana. Per sentire il Lugaresi potete scaricare le registrazioni dal link di seguito: www.fluidifikas.it/postt454.html Qualche settimana fa spinto da una forte energia goliardica ne ho ritagliato l’ultima parte creando un file. Questo … Continua a leggere

I la vedo e tu?

Nella preistoria l’uomo viveva totalmente nel mondo naturale, come un animale tra gli animali. Era un’età di innocenza e anche di libertà. Per la mitologia era un’epoca paradisiaca, perché gli occhi erano luminosi e i cuori colmi di gioia. C’era anche dolore e sofferenza, perché tali sentimenti non possono essere separati dal piacere e dalla gioia più di quanto la … Continua a leggere

Il significato di dignità, sincerità e sensibilità.

Quando si vive in termini di sopravvivenza, viene attribuito significato al comportamento e agli oggetti che favoriscono la sopravvivenza, come essere buono, essere forte, avere potere ecc. Dato che la natura stessa della mente umana è alla ricerca di significato, gli individui che sono orientati verso la gioia trovano il significato in atteggiamenti e comportamenti che promuovono la gioia. Quindi, … Continua a leggere

Intervista a Lowen

Ho letto di recente questa intervista ad Alexander Lowen, che dedico a tutti quelli che negli ultimi giorni mi hanno confessato una certa insofferenza al clima eccessivamente “ciarliero” di certi ambienti psicoanalitici. Lo trovate anche a questo riferimento http://www.alessandracallegari.it  Di seguito riporto un’estratto rappresentativo: “Questo non significa che non si debba dire ai propri pazienti quali problemi caratteriali hanno. Ma non … Continua a leggere

Tra sentire, pensare, dire e fare ci sta di mezzo il mare.

Non è possibile esercitare un controllo cosciente del comportamento se si ha paura di perdere tale controllo. Questa potrebbe sembrare una contraddizione, ma non lo è. La paura ha un effetto paralizzante sul corpo e, minando la spontaneità dell’azione, la rende goffa. Il conflitto tra l’impulso a ritrarsi e l’impulso ad agire indebolisce il controllo cosciente e quindi sostiene la … Continua a leggere

Finalmente è nato!

E nato il mio Blog! Immagino già i commenti: “e chi se ne …”. Poco male, l’idea di poter condividere qualche riflessione mi intriga molto. Quindi, se a qualcuno non interessa basta che mi scriva a loris.cavalli@gmail.com e sarà mia cura toglierlo dalla mailing_list così da evitargli la noia di cestinare le mie News. Altrimenti il mio Blog vi manderà un mail ad ogni … Continua a leggere