Indovina chi?

I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed e’ una tacca piu’ sotto di quella di un maniaco sessuale. (Woody Allen) 

Ciò che mediante il danaro è a mia disposizione, ciò che io posso pagare, ciò che il danaro può comprare, quello sono io stesso, io, il possessore del danaro medesimo.
Quanto grande è il potere del danaro, tanto grande è il mio potere.
Le caratteristiche del danaro sono le mie stesse caratteristiche e le mie forze essenziali, quelle di me stesso, che ne sono il possessore.7c064691ca003721b9085eaac75af28e.jpg
Ciò che io sono e posso, non è quindi affatto determinato dalla mia individualità.
Io sono brutto, ma posso comprarmi la più bella di tutte le donne. E quindi io non sono brutto, perché l’effetto della mia bruttezza, la sua forza repulsiva, è annullata dal danaro.
Io, considerato come individuo, sono storpio, ma il danaro mi procura ventiquattro gambe; quindi non sono storpio.
Iob2aca89d9cfa0dd785cca3ce722f3197.jpg sono un uomo malvagio, disonesto, senza scrupoli, sono stupido; ma il danaro è onorato, e quindi anche il suo possessore.
Il danaro è il bene supremo, e quindi anche il possederne è bene il danaro inoltre mi toglie la pena di essere disonesto, e quindi si presume che io sia onesto.
Io sono stupido, ma il danaro è la vera intelligenza di tutte le cose; ed allora come potrebbe essere stupido chi lo possiede? Inoltre costui potrà sempre comperarsi le persone intelligenti, e chi ha potere sulle persone intelligenti non ha più intelligenza di ogni uomo intelligente?

Marx commenta il brano dal Faust di Johann Wolfgang von Goethe
Karl Marx (Manoscritti economico-filosofici del 1844)

 

Indovina chi?ultima modifica: 2008-04-30T23:01:00+00:00da euloristopia
Reposta per primo quest’articolo